martedì 11 maggio 2010

PIRAMIDE DI ZUPPA INGLESE ALL'ALKERMES SU SALSA DI CAFFE' AMARO

PIRAMIDE DI ZUPPA INGLESE ALL'ALKERMES DELL'OFFICINA DI SANTA MARIA NOVELLA SU SALSA DI CAFFE' AMARO

Questa è la prima ricetta ripetuta a casa dopo il corso del bravissimo Matia Barciulli....da golosa quale sono non poteva essere diversamente. In origine la zuppa inglese si preparava con fette di pane bagnate di alkermes, poi si è passati ai savoiardi.

In questa ricetta viene utilizzato il pan di spagna; trovo sia molto carina la presentazione oltre che golosissima la versione.
Per la preparazione del pan di spagna ricordate poche semplici regole fondamentali:
- le uova devono essere a temperatura ambiente
- la lavorazione di uova e zucchero deve inglobare una grande quantità di aria per cui meglio utilizzare la frusta del ken senza interruzione per almeno 10 minuti (20 minuti se si utilizzano semplici fruste elettriche)
- lasciar raffreddare in forno con la porta leggermente aperta.
Per la crema pasticcera utilizzate la ricetta che più vi piace, qui ho preferito la versione consigliata da Matia.

PAN DI SPAGNA ingredienti per una teglia da 26 cm di diametro
160 gr di farina 00
160 gr di zucchero
5 uova intere a temperatura ambiente (da 60 gr l'una)
1 pizzico di sale.

Montare le uova intere con lo zucchero lavorando con le fruste del ken per 10 minuti (fase fondamentale). Quindi aggiungere, setacciando, tutta la farina e con frusta a mano incorporarla senza lavorare troppo l'impasto.
Ho cotto l'impasto in una teglia unta di burro in modo uniforme (con l'aiuto di un pennello) e cosparsa di pane grattugiato fine, in forno già caldo a 160° per 20/25 minuti. Prima di togliere dal forno sentite la superficie con le dita: dovrete sentirlo spugnoso e non con la sensazione di liquido all'interno. Ricordate che i bordi cuociono prima dell'interno. Lasciar raffreddare con la porta del forno semiaperta.

CREMA PASTICCERA
4 tuorli
5 dl di latte
100 gr di zucchero
40 gr di farina 00
1 baccello di vaniglia

Lavorare molto bene i tuorli con lo zucchero. Aggiungo un po' del latte che avrò portato a bollore con la stecca di vaniglia e poi la farina setacciata. Continuo a mescolare a mano con la frusta e aggiungo man mano il restante latte. Auesto punto passo il liquido in un colino (per togliere eventuali grumi) e metto sul fuoco per cuocere al massimo 10 minuti a fuoco dolce continuando a mescolare. Quando pronta coprire con pellicola a contatto (per evitare la formazione della crosticina superficiale) e lasciar raffreddare.

400 gr cioccolato fondente
3 dl di alkermes
200 gr di caffè espresso
150 gr di frutti di bosco (che io non ho utilizzato)

Fondere il cioccolato a bagnomaria, se volete potete temperarlo, io non l'ho fatto. Colare il cioccolato negli stampi in silicone a forma di piramide (ne vengono circa 8) quindi rovesciare e lasciar colare il cioccolato, pulire quello in eccesso e lasciar raffreddare in frigorifero dalla parte della base e non della punta, questo per rendere il cioccolato più denso alla base e più fragile in punta.
Riempire la piramide ormai fredda con della crema pasticcera, quindi del pan di spagna privato della crosta imbevuto di liquore leggermente diluito (per non eccedere eseguire questa operazione utilizzando un pennello) , ancora la crema e via con il pan di spagna fino a completamento. Porre in frigorifero per almeno 2 ore. Ridurre il caffè espresso con 50 gr di zucchero fino e che diventi di una densità sciropposa. Servire la piramide sulla salsa di caffè e volendo con frutti di bosco.

20 commenti:

  1. Chicchissima questa zuppa inglese! Una rivisitazione pregevole !

    RispondiElimina
  2. Un piccolo capolavoro...di estetica e di bontà! Complimenti ^_^

    P.S. quanto mi piace quel vassoietto! Ce l'ho uguale ;)

    RispondiElimina
  3. Ha un aspetto molto bello e deve essere anche buonissima, una splendida proposta complimenti!

    RispondiElimina
  4. Bella e buona questa zuppa inglese! Il corso deve essere stato molto interessante e io un po' ti invidio, avrei voluto poterlo fare anche io! Comunque, aspetterò pazientemente che tu posti anche le altre ricettine;)

    RispondiElimina
  5. Ma che preparazione complessa...bravissima, ti è venuta alla perfezione!!!
    Un bacio!

    RispondiElimina
  6. che meraviglia Paola!! Davvero superlativa questa preparazione.

    RispondiElimina
  7. che meraviglia!!!! difficile la preparazione ma sono venuti perfetti!

    RispondiElimina
  8. Caspita, ma che è stà libidine??????
    Devono essere buonissimi, solo a guardarli viene voglia di provarci!!! Complimenti!!!!

    RispondiElimina
  9. Stupende queste piramidi di zuppa inglese..le trovo carinissime da presentare in tavola...ta tenere presente alla prima occasione fermo restando che io riesca a trovare quei deliziosi stampini!!..Brava!

    RispondiElimina
  10. Ciao Paola, posso solo rimanere affascinata da queste piramidi. Riassumono tutto quello che mi piace in un dolce ... e poi sono troppo belle !!! Un abbraccio Manu

    RispondiElimina
  11. Ecco quella che aspettavo..immagino quanto sarai impegnata a "replicare"...in maniera egregia comunque! Riciao!

    RispondiElimina
  12. sono bellissime queste piramidi...

    e mi fai ricordare che devo fare la zuppa inglese, è un dolce che amo moltissimo!

    RispondiElimina
  13. bellissima ricetta.Ma gli stampi come i tuoi li fa la Silikomart?
    Mi piacerebbe proprio copiarti la ricetta, complimenti per la tua bravura

    RispondiElimina
  14. Grazie a tutte! Ho faticato un po' per trovare gli stampi (Silikomart non li ha) ma sempre per via della mia cocciutaggine (e poi dicono dei bambini!!!) li ho reperiti da un sito internet che si chiama "softsweet".
    A presto...spero...perchè come avrete notato sono spesso di corsa!

    RispondiElimina
  15. bellissime le piramidi e golose :))

    RispondiElimina
  16. Mari angela: grazie!...sì, molto golose!

    RispondiElimina
  17. ma queste piramidi sono fantastiche! altro che andare in egitto, preferisco queste :D
    no davvero, sono una gran bella idea e tu le hai replicate magnificamente..

    RispondiElimina
  18. Manu: :-* grazie...anch'io preferisco addentare queste piuttosto di quelle egiziane!!!! ah ah ah

    RispondiElimina
  19. Complimenti deve essere strepitosa, domani che è il mio compleanno voglio provare a farla... Bravissima!

    RispondiElimina