giovedì 21 ottobre 2010

PAN DI ZUCCA

PAN DI ZUCCA

In una magica panetteria di Rivergaro ho mangiato, parecchi anni fa', un pane di zucca così buono da ricordarne il sapore come se fossero passati pochi giorni.
Da allora non ne ho più avuto l'occasione finchè Sabrina di Piacenza, amica di corsi alle Tamerici, mi ha fatto uno splendido regalo: la sua ricetta. Ho fatto solo delle piccole modifiche ma il risultato sono queste soffici pagnottine che sembran nuvolette. Ottime a colazione o a merenda, possono essere arricchite con uvetta nell'impasto ma io le trovo deliziose proprio così:

Ingredienti

700 gr di farina (300 gr manitoba e 400 gr doppio zero)
150 gr di zucchero semolato
500 gr di zucca cotto al vapore e passata con lo schiacciapatate
4 uova medie
un cucchiaino di sale
1 bustina di lievito di birra fresco (o in panetto oppure secco)
un cucchiaino di estratto di vaniglia (io ho usato quello liquido ma potrebbe essere in polvere oppure in stecca)
150 gr di burro morbido ma non troppo


Ho messo nella ciotola del Ken la farina, lo zucchero, il lievito e ho avviato la macchina con la frusta a foglia, ho aggiunto poi il sale e la zucca e dopo qualche giro, per ultime, le uova sbattute leggermente a parte con una forchetta e miscelate con la vaniglia liquida (nel caso si utilizzino i semini si possono aggiungere direttamente alla farina). Continuare con la frusta a foglia finchè l'impasto è ben amalgamato (dovesse essere troppo duro aggiungere un poco di latte, io non ne ho avuto bisogno).

Montare ora il gancio e cominciare a lavorare, aggiungendo il burro morbido poco alla volta. Lavorare finchè l'impasto incorda e si stacca completamente dalle pareti, capovolgendolo un paio di volte.

Mettere in una ciotola precedentemente imburrata, coprire con pellicola e far cominciare la lievitazione per circa 30/40 minuti dopo di che mettere nella parte meno fredda del frigorifero.

Far riposare l'impasto per circa 12 ore, passaggio necessario per conferire un sapore più buono e una migliore digeribilità data dalla maturazione dell'impasto.

Togliere dal frigorifero un paio di ore prima di lavorarlo, rovesciare l'impasto sul tavolo infarinato e formare un lungo filone. A questo punto io ho porzionato l'impasto in pezzetti di 50/60 gr e ho fatto delle palline per ottenere delle piccole veneziane monoporzione, le ho pennellate di latte e cosparse di granella di zucchero prima di farle di nuovo lievitare sulle leccarde, ricoperte da carta forno, in forno spento ma con all'interno un pentolino di acqua bollente (consiglio di Ilio Berselli ;-)). Dopo circa 2 ore ho infornato a 180° forno ventilato per circa 15/20 minuti.

Naturalmente si possono preparare due grandi pan di zucca oppure delle trecce o le pezzature che più preferite.

VARIANTE CON LIEVITO NATURALE
Sostituire metà farina con 500 g di lievito madre facendo attenzione che sia molto attivo, fare per questo un paio di rinfreschi prima. In questo caso si può omettere il passaggio della lievitazione in frigo.

32 commenti:

  1. Sono veramente accattivaneti di questo bel colore...scusa la domanda banale, ma la quantità di zucca si riferisce da cruda o dopo cotta? grazie

    RispondiElimina
  2. Che bello! Adesso mi è partita la tentazione di provare senza glutine!
    Mi sa che ci provo!
    Grazie Paola :-)

    RispondiElimina
  3. Ha un colore meraviglioso e adoro la zucca. Ma da birbantella aggiungerei un bel pizzico di cannella. Un bacio, buon week end

    RispondiElimina
  4. Non vedo l'ora di provarlo,ha un colore ""solare""!!Impossibile non rifarlo,bravissima!!Grazie cara e buona giornata!!

    RispondiElimina
  5. ...che colore meraviglioso...ma quindi rimane dolce...tipo un pan brioche?
    Sei grande!
    Buon fine settimana, un bacione!

    RispondiElimina
  6. Questo pan di zucca è bellissimo....e mi hanno consigliato di provarlo con la Nutella!!! complimenti!!!appena ho un po' di tempo ci provo!!!

    RispondiElimina
  7. bellissimo!!!Ho giust'appunto un po' di zucca che mi attende in frigo...mi sa proprio che proverò questi panini deliziosi!Un bacio enorme!

    RispondiElimina
  8. Milla: è una domanda che mi sono posta anch'io perchè la ricetta non lo specificava. Io l'ho pesata cotta e senza buccia.

    Felix: conto su di te che sei una garanzia ;-))

    Federica: bellissima idea: la cannella con la zucca ci sta proprio bene!!! bacio e Buon fine settimana
    anche a te

    Damiana: sono perfettamente d'accordo, la zucca sa proprio di sole...forse è anche per questo che mi piace così tanto!!!!

    Simo: è tipo una veneziana, un pan brioche ma molto molto più soffice: se si preferisce meno dolce si può ridurre lo zucchero da 150 a 100 ma così secondo me è perfetta, un abbraccio e buon w.e anche a te!

    Ziopiero: :-*** ora vado a visitare la tua pasta con cacio e pere....slurp...

    Sara: con la Nutella sarà strepitoso...;-))

    Ale: ciao carissima...ho ancora in sospeso il mio commento per te...porta pazienza...è un periodaccio!! Un grande bacione e vai di zucca!!!!

    RispondiElimina
  9. Che bel colore, in questa giornata grigia sarebbe bello avere qualcosa cosi da sgranocchiare. Ma se nn ci metto lo zucchero potrei usarlo in versione pseudo salata?? Mi spieghi quale farina dovrei prendere al super, la 0 è la manitoba? scusa la domanda ma sono super ignorante in materia..
    http://ilpomodorosso.blogspot.com

    RispondiElimina
  10. Ciao Paola, che ti posso dire.... solo a vederli si capisce quanto debbano essere buoni. Io non li ho mai provati in vita mia .. ma credo che recupererò a breve !!! Un bacione Manu

    RispondiElimina
  11. Ciao Paola, devono proprio essere buonissimi. Proverò anch'io questa ricetta, mi piace moltissimo la zucca, in qualsiasi preparazione. Ti farò sapere!!

    RispondiElimina
  12. Ciao, sono qui per invitarti al primo contest di "about food. Il contest che ha come argomento LA FRUTTA DELLE FESTE si chiude il 30 ottobre e puoi partecipare con una ricetta a tua scelta.

    Vieni a dare un occhiata...
    http://aboutfoodrecepies.blogspot.com/

    RispondiElimina
  13. Paola.. CHE BUONI! Hanno un colore meraviglioso, sono panini "positivi" questi... mi mettono allegria :)

    RispondiElimina
  14. Cleare: certo che puoi farlo in versione salata! Se ti piacciono puoi utilizzare pure i semi di zucca....ma ovviamente non è più il pan di zucca, specialità piacentina ;-)
    La manitoba è la farina rinforzata ossia che ha un' elevata quantità di glutine. Al supermercato la trovi con indicazione di MANITOBA. La farina 0 è la normale farina bianca che si utilizza per il pane, la doppio zero, che è più raffinata della precedente, si utilizza per i dolci.

    Milla: ;-)

    Manu: io la considero una di quelle cose semplici semplici che piacciono tanto...sappimi dire....bacione!

    Patty: anch'io adoro la zucca...la mangio anche al vapore quando è buona...Se provi fammi sapere, mi raccomando, un bacione!!

    Leda: mancano pochi giorni e io non so se farò in tempo...è un periodaccio...vado però a curiosare e se non ci sarà, mi vedrai al prossimo ;-)...grazie!

    Manu: verissimo....e quanta allegria nell'addentarlo!!!! diciamo che...accontenta parecchi sensi: olfatto, gusto, vista, sicuramente...:-**

    RispondiElimina
  15. no ma dico... sono tornata per rivedermi la foto!! Sono fuori eh?
    troppo bella *_*

    :**

    RispondiElimina
  16. ah ah ah....sei troppo forte Manu!!! Troppo davvero...:-********

    RispondiElimina
  17. eccolo!! il sapore è proprio quello?? io lo faccio molto diverso!! se vuoi provare la variante ti lascio il link
    http://pappaecicci.blogspot.com/2010/10/girelle-di-pan-di-zucca-alla-nutella-e.html
    la foto è una meraviglia!!

    RispondiElimina
  18. meravigliosi!
    ogni tanto faccio il pane con la zucca, ma il pane normale, non briosciato. questo mi manca, e davvero lo vogio provare!

    RispondiElimina
  19. Quando oggi mi è arrivata una mail chiedendo se era da tanto che venivo sul tuo blog ho pensato "un altro corso alle Tamerici che non ho fatto!".
    Invece bellissima sorpresa.
    Onoratissima.
    ;-)
    ciaociao
    Sabrina

    Ah! Il peso della zucca è cruda ma già pulita. Importante poi il tipo di zucca: io uso la bertina o la mantovana.

    Ancora ciao.

    RispondiElimina
  20. Katia: certo che proverò anche la tua versione! Grazie, vado subito a vedere.

    Gaia: sappimi dire come viene gluten free...sai che m'interessa ;-)

    Sabrina: che bello risentirti e proprio qui con questa tua fantastica ricetta che mi ha ricordato tantissimo quel pane meraviglioso che tanto è stato nei miei pensieri! grazie grazie grazie. Un bacione.
    Dimenticavo: ho pesato la zucca da cotta e ho usato la mantovana, ci ho beccato almeno sul tipo!!! Spero di sentirti presto

    RispondiElimina
  21. Ciao Paola! La zucca la fa da padrone oramai! Io per adesso ho provato la versione salata ma dato che sono golosa prima o poi dovrò provare anche il pane dolce!

    RispondiElimina
  22. ne ho tanto sentito parlare del pan di zucca molto comune dalle mie parti ma vfino adesso non ho avuto occasione di provarlo, devve essere super a vedere la tua foto!

    RispondiElimina
  23. che belle e invitanti sono queste briochine!!! complimenti!!!

    RispondiElimina
  24. che bella questa tua versione Paola, mi piace davvero molto!!

    RispondiElimina
  25. meravigliosi questi panini, li proverò senz'altro! ho più volte comprato pane alla zucca, ma mai trovato una ricetta convincente
    buona domenica

    RispondiElimina
  26. Questo è un regalo che ora tu fai a noi! stupendi questi pani alla zucca...chissà caldi che profumo e che morbidezza! grazie!

    RispondiElimina
  27. Ciao! non ti conoscevo, complimenti per il blog così freco e pulito e per le tue ricette :-) questo pane fa venire l'aquolina in bocca a presto!

    RispondiElimina
  28. Cara Paola, fatti e mangiati! Buonissimi! Questa ricetta è ottima, perché quando la ricetta di partenza è ben equilibrata, viene bene anche senza glutine!
    Grazie :-)

    RispondiElimina
  29. Il tuo blog ha attirato la nostra attenzione per la qualita delle sue ricette.
    Saremmo felici se lo registrassi su Ptitchef.com in modo da poterlo indicizzare.

    Ptitchef e un sito che fa riferimento ai migliori siti di cucina del
    Web. Centinaia di blog sono gia iscritti ed utilizzano Ptitchef per
    farsi conoscere.

    Per effettuare l'iscrizione su Ptitchef, bisogna andare su
    http://it.petitchef.com/?obj=front&action=site_ajout_form oppure su
    http://it.petitchef.com e cliccare su "Inserisci il tuo blog - sito"
    nella barra in alto.

    Ti inviamo i nostri migliori saluti

    Vincent
    Petitchef.com

    RispondiElimina
  30. Grazie a tutte, spero abbiate avuto la possibilità di provarli....quanto a te Felix, grazie per la tua sempre pefetta "traduzione"...sei bravissima!!!!

    RispondiElimina