lunedì 31 agosto 2009

TORTA DI ZUCCA

TORTA DI ZUCCA

Non so se siete amanti della zucca....a me, da mantovana doc, piace da impazzire, mi piace come condimento per la pasta o per il riso, nei nostri tortelli combinata con amaretti, mostarda, parmigiano (prima o poi posterò la ricetta che mi ha lasciato nonna Natalina...)...e ben si presta naturalmente per tantissime dolci preparazioni.
Vi presento quindi questa torta che trovo spettacolare e che dedico a Elena con affetto perchè so che a lei piacerebbe moltissimo e alla dolcissima Manuela perchè oggi è il suo compleanno: TANTI TANTI CARISSIMI AUGURI!

Ingredienti

450 gr di polpa di zucca cotta al forno e setacciata
500 gr di ricotta di mucca ben cremosa per evitare di passare anche a questa al setaccio (se utilizzate la Granarolo va benissimo)
200 gr di panna fresca da cucina
3 uova intere
200 gr di zucchero fine tipo Zefiro
2 cucchiai rasi di farina
pinoli
zucchero a velo per lo spolvero

Per la pasta brisè
200 gr farina
100 gr burro
70 ml di acqua ghiacciata

Amalgamare la zucca alla ricotta, aggiungere la panna, le uova leggermente sbattute giusto per unire tuorlo ad albume, lo zucchero e la farina, cercando di non formare grumi.

Preparare la pasta brisé mettendo in un mixer farina, burro a pezzetti freddo di frigorifero, un pizzico di sale e frullare il tutto fino ad ottenere un composto sabbioso e farinoso. Mettere il composto su di un piano preferibilmente di marmo e comunque freddo, dare la classica forma a fontana e impastare il tutto velocemente aggiungendo poco alla volta l'acqua fredda fino ad ottenere un impasto compatto, sodo e abbastanza elastico.
Una volta pronta, avvolgere la pasta nella pellicola e lasciarla in frigorifero per 30/40 minuti.
Foderare uno stampo a cerniera (ho utilizzato uno stampo da 26 cm di diametro e 4 formine usa e getta da 8 cm come si vede in foto), versatevi il composto di zucca, cospargere di pinoli e cuocere in forno caldo a 180°, statico, per un'ora.
Quando la torta è fredda cospargere a piacere con zucchero a velo.

Note per ottenere una buona pasta brisè:
- il burro deve essere ben freddo per evitare che in cottura si sciolga rapidamente rendendo la pasta dura
-se l'avete, stendere la pasta con quel furbissimo mattarello da riempire con acqua e ghiaccio
- prima di farcire la pasta con il composto di zucca, lasciatela 10/15 minuti in frigorifero, dopo di che farcire e infornare immediatamente
- l'ambiente in cui si lavora dovrebbe avere una temperatura non superiore ai 20° ....ma per questo dobbiamo aspettare un po' di tempo...

19 commenti:

  1. Oh, cercavo proprio una torta di zucca tipo "crostatina", adesso sono proprio soddisfatta, non rimane che provarla, anche se a mi marito non piace la zucca!!.. :-(

    RispondiElimina
  2. Zucca, ricotta e panna: mi hai invitato a nozze, hanno un'aria davvero deliziosa!!

    RispondiElimina
  3. Buona la zucca, in inverno ne faccio sempre delle grandi scorpacciate... e pensare che fino ad un paio di anni fà non sapevo neanche che sapore avesse! :-)

    RispondiElimina
  4. Non ho mai provato una torta in versione dolce che utilizzi la zucca, però sono sempre fortemente attratta da tutte quelle che vedo in giro per i blog... ;) Prima o poi dovrò decidermi a provare!
    La tua sembra deliziosa. Mi piace l'idea della base di pasta brisèe e la presenza della ricotta e della panna.
    Se la provo ti farò sapere, promesso!
    Ti auguro una buona settimana, a presto!

    RispondiElimina
  5. No Paola aspetta, il mattarello da riempire con acqua e ghiaccio me lo sono perso! Devo assolutamente trovarlo ;)
    Io con la zucca ho un rapporto particolare, mi piace molto come contorno, nel risotto, ma i tortelli alla zucca (ferraresi o mantovani che siano) proprio non riesco a mangiarli. Sono strana eh? Nei dolci invece non credo di averla mai assaggiata, però ti posso dire che la tua torta mi ispira parecchio.
    Buona settimana!

    RispondiElimina
  6. Adoro la vellutata di zucca, questa ricetta la trascrivo e appena possibile ci provo.Resto in attesa della ricetta dei tortelli di nonna Natalina. Saluti e buona settimana Manuela.

    RispondiElimina
  7. Paola ma lo hai fatto apposta dai! non ci credo altrimenti che c'hai preso così tanto con i miei gusti: io d'inverno ancora un po' divento arancione per quanta zucca mangio!! O__O
    non sarò mantovana ma la vostra è la più buona in assoluto! altro che quelle schifezzuole di zucche che spesso di trovano, color arancio fosforescente! eppperòò.. non so mica se ce la farei a fare queste tortine.. una volta cotta la zucca non riuscirei a impiegarla diversamente se non mangiarmela all'istante !!
    Però se come regalo me la fai tu, allora accetto ben volentieri cara Paola!:) e sopra? Per il sopra ci penso io a portare i numeri 2 e 5 :) e tanti auguri a me! E un grazie speciale.. a te:*
    Grazie infinite per questa dedica, mi ha fatto un piacere immenso!


    ps anche io uso lo zefiro.. è il semolato più semolato che ci sia!! :)

    RispondiElimina
  8. a parte i complimenti per le tortine di zucca che sono splendide (e immagino anche buone!) ti invito a fare un giretto e ritirare un premio... visto che sei "orso" e non ami parlare di te va giusto bene :))
    un abbraccio!!

    RispondiElimina
  9. Elisa: anche mio marito non ama la zucca ma ha ammesso che è una torta davvero speciale, provala!

    Barbara e Simona: l'unica scocciatura è il setaccio, necessario, della zucca ma la delicatezza al primo morso ripaga di ogni fatica...se la provate fatemi sapere. Anche tu Carolina, mi raccomando e se la zucca ti piace devi assolutamente provarla.

    Sara se vuoi posso comperartelo, lo vendono a Casabella, non è un problema per me.
    Per i tortelli non sei così strana perchè è un primo piatto (mantovano e non ferrarese) che o si ama o si odia.
    Se però non hai mai provato la zucca nei dolci devi assolutamente provare questa torta! seguirà presto anche il budino di zucca visto che ci stiamo avvicinando all'autunno...Un abbraccio

    Federica a Manuela: sono sicura che vi piacerebbe parecchio, è troppo suadente...

    Manuela/Fiordivanilla: ebbene sì, sono una maga...scherzi a parte...anch'io amo la zucca e me la mangio così appena fuori dal forno o cotta a vapore....Smack...ora sei vecchia anche tu (ah, ah, ah...tutta invidia la mia!)

    e grazie a tutte. a presto. Paola

    RispondiElimina
  10. Chiara u.: questa non dovevi farmela! scherzi a parte, per il momento grazie, fa sempre piacere ricevere un premio! un abbraccio, Paola

    RispondiElimina
  11. A dire la verità non sono in grado di dirti se la zucca mi sia gradita oppure no! Con la mente la associo gradevolmente al profumo dell'amaretto, ma non mi è mai capitato nè di assaggiare un risotto nè un dolce. la tua torta ha catturato i miei sensi...deve essere squisita! complimenti!

    RispondiElimina
  12. ..ehm.. mi sai dare un'idea del costo di sto mattarello magico? Lo cercavo già x stendere la frolla...

    RispondiElimina
  13. Edi: se associ la zucca all'amaretto forse hai in mente i nostri tortelli ma visto che non l'hai mai assaggiata se parti con questa torta credo che non ti fermerai più! grazie per i coplimenti!

    Elisa: il mattarello magico come dici tu lo vendevano parecchio tempo fa a Casabella ma ora non esiste più. Ho scoperto che l'originale è di Tupperware e visto che ho trovato il negozio su e-bay dovrei comperne 3/4 per me. Il costo è di € 16,40 per circa 50 cm + 9 € di spese spedizione. Se vuoi ordino anche per te così ci dividiamo le spese. Sappimi dire. vado a chiederlo anche a fiordifrolla. Baci. Paola

    RispondiElimina
  14. Si dai, ne ho solo uno di legno e con gli impasti freddi in questa stagione faccio un pò fatica.. Oddio, ho appena fatto un ordine anche alla Silikomart, qui rischio il divorzio..... Dai ok, il 12 mattina poi sarò alle tamerici, ci si vede là, e se hai già la merce..
    Grazie intanto!!

    RispondiElimina
  15. Elisa: ho ordinato i mattarelli direttamente da una conoscente che vende Tupperware e non preoccuparti, non si rischia il divorzio per questo altrimenti mio marito se ne sarebbe andato da un pezzo!!!!
    Non ci sei alle tamerici venerdi 11 ore 18:30 per l'aperitivo con le Simili? Sabato mattina non credo d esserci, comunque lascio la merce a Gianfranco...ok? A presto e buonanotte. paola

    RispondiElimina
  16. Non so perchè forse ho una cena con l'ufficio!! Se salta ci sarò sicuramente, così le conosco, visto che quest'anno dovrei partecipare ai loro corsi.. sui lievitati sono proprio una schiappa!!
    Comunque in un modo o nell'altro ci si vede presto, adesso che ricomincia la stagione dei corsi!! E grazie ancora!

    RispondiElimina
  17. Ciao Elisa...non ci siamo viste ma so che Gianfranco ha consegnato il mattarello...ci vedremo presto sicuramente! Grazie a te. Paola

    RispondiElimina
  18. Ti ho linkato questa ricetta :-)

    RispondiElimina