venerdì 23 aprile 2010

LA MIA TORTA ANTICA ROMA

LA MIA TORTA ANTICA ROMA

Non so se ricordate ma all'inizio di gennaio sono tornata da un viaggio a Roma con una torta nel cuore: è la specialità della trattoria Armando al Pantheon che si chiama "Antica Roma". Se non ne ho più parlato non è perchè l'ho dimenticata ma perchè nel frattempo ho sperimentato così tante versioni, per avvicinarmi il più possibile all'originale, da arrivare a fine aprile con....la ricetta. Come recita il titolo è la "mia" Antica Roma perchè non è proprio uguale uguale (e saranno pure gentili ma un dolce che è tradizione di famiglia certo non viene ceduto ad altri!!!) però devo ammettere che si avvicina abbastanza e che comunque è decisamente buona.
Necessaria la qualità degli ingredienti per cui marmellata fatta rigorosamente in casa (da tempo utilizzo la ricetta che si trova nel blog di Paoletta perchè mi piace molto ma diminuendo la dose d zucchero. In questo caso utilizzate la marmellata in breve tempo) e ricotta di pecora romana o piemontese comunque ben asciutta. Devo ringraziare Gianfranco che come sempre ha sopportato domande su domande e che ha dovuto crearsi nel pensiero il sapore di una torta non assaggiata ma da me descritta al meglio e per avermi indirizzato su questa versione di impasto davvero delizioso.....e quindi la dedico a lui e un po' anche a me visto che oggi è il mio compleanno

Ingredienti per una torta piccolina, ho usato uno stampo da 20 cm

per base e copertura

200 gr di burro morbido
250 gr di farina 00
100 gr di zucchero
mezza bustina di lievito
1 uovo intero
succo di mezzo limone

per il ripieno
marmellata di fragole*
250 gr di ricotta
50 gr di zucchero a velo

Impastare gli ingredienti per base e copertura nel ken utilizzando la foglia: prima burro e farina, brevemente per formare un ammasso di briciole, poi aggiungere gli altri ingredienti e lasciar andare giusto il tempo per ottenere un impasto amalgamato. A questo punto stendere metà dell'impasto (che sarà molto tenero e appiccicoso) aiutandosi con le mani bagnate e il più sottile possibile. Mettere la carta forno con questo impasto in uno stampo, cercando, sempre con le mani bagnate, di rialzare un po' i bordi. Mettere lo stampo in frigorifero e intanto preparare la ricotta da montare bene con lo zucchero a velo utilizzando una frusta elettrica. Quando avete ottenuto una bella crema soffice riempire una sac a poche e tenere in frigorifero. Anche la marmellata sarà già in frigorifero.
A questo punto stendo l'altra metà di impasto, sempre su carta forno e sempre con le mani bagnate e metto il tutto in frigorifero facendo attenzione che rimanga ben stesa.
Dopo circa 10 minuti riprendo lo stampo, metto uno strato di marmellata a piacere e poi con la sac a poche ricopro di ricotta. Ora viene la parte più complessa perchè dovrò ricoprire la torta cercando di staccare delicatamente la carta forno quando ho già appoggiato l'impasto sulla ricotta. Tolta completamente la carta spennello di albume leggermente sbattuto e cospargo di zucchero semolato. Inforno a 180° per circa 30/40 minuti

* per la marmellata: ho messo 1 kg di fragole tagliate a pezzetti con 300 gr di zucchero e il succo di un limone. Ho lasciato per circa 15/20 ore e poi ho messo a bollire il succo formato dalle fragole in una teglia larga e bassa per circa 15 minuti. Ho aggiunto le fragole e lasciato per circa un' ora a fuoco basso, schiumando. Ho frullato poi con il frullatore ad immersione.

15 commenti:

  1. L'abbinamento della ricotta con la marmellata di frutti di bosco è divino, quindi credo lo sia altrettanto con quella di fragole ergo...la crostata dev'essere FAVOLOSAAAAA! Un bacio grande e Buon Compleanno! Ti auguro di passare una splendida giornata in compagnia di chi ami ^_^

    RispondiElimina
  2. Anch'io ho fatto un weekend a roma il 10 e 11 aprile! Ed ho mangiato anch'io nella piazzetta del Phanteon, ma non ricordo questa trattoria...la torta però dev'essere proprio buona!!

    RispondiElimina
  3. wow che delizia!!!! da fare! complimenti!

    RispondiElimina
  4. Mi sembra ottima, e soprattutto perfetta per colazione! La copio! :)

    RispondiElimina
  5. Che bella torta, deliziosa!

    RispondiElimina
  6. wowwwww che meraviglia! buonissima questa torta!!!

    RispondiElimina
  7. Ciao Paola, prima di qualsiasi cosa: BUON COMPLEANNO!!!! Seconda cosa mi piace un sacco la tua costanza nella "sperimentazione" con straordinaria esplosione di sapori alla fine.
    Puoi dedicarla anche a te questa torta, la meriti, basta infilarci 20 candeline..perchè sono 20 vero? :-)

    RispondiElimina
  8. Ciao Paola, ci credo che una torta così non te la sei scordata. Deve essere una coccola dolcissima, da concedersi proprio nel giorno del proprio compleanno. Tantissimi Auguri anche da parte mia !! Un forte abbraccio Manu

    RispondiElimina
  9. questa è un'idea geniale. marmellata e ricotta. ne sento il profumo fin qui

    RispondiElimina
  10. Complimenti per la riproduzione, anche io spesso mi incaponisco nel replicare delle ricette introvabili!!!
    proverò questa!

    RispondiElimina
  11. Auguri Paola!

    Ce ne prepari una fettina??

    Siamo già in ... 11 ..

    Ciao,
    Barbara

    RispondiElimina
  12. Adoro i dolci con la ricotta e questa dev'essere strepitosa. Grazie!!!

    RispondiElimina
  13. Mi capita di "copiare" qualche tua ricetta: tutte hanno qualcosa che le caratterizza nella cura della preparazione e della presentazione, perciò ti voglio far conoscere un mio accorgimento nella preparazione della marmellata di fragola. Anche io, partendo dalla ricetta di Anice e Cannella procedo come te, ma aggiungo alla preparazione in cottura della frutta mezzo bicchiere di pectina che preparo di volta in volta, ma conservo in freezer, se più abbondante di quanto mi occorre.Lascio bollire, coperte di acqua, delle mele tagliate a spicchi con buccia e torsolo fino allo spappolamento, le pongo in un telo e faccio colare il liquido, se troppo lento lo faccio rapprendere sul fuoco e lo utilizzo. Il tutto mi permette di ridurre della metà il tempo di cottura della frutta. Pia

    RispondiElimina
  14. Federica: grazie, è stata una bella giornata

    Federica: guradando il Pantheon la Trattoria da Armando è nella viuzza sulla destra. Se ci capiti ancora te la consiglio ;-))

    Federica: grazie!

    Fiordiciliegio: non te ne pentirai!!

    Simo, Ely: grazie!

    Libera: grazie di tutto...e certo che sì! hai proprio indovinato: ho messo proprio 20 candeline! ;-)))

    Manu: grazie per gli auguri e...sì...la trovo una torta davvero "coccolosa"

    Gaia: è deliziosa sì ma pure i profumi effettivamente non scherzano: mi è rimasto nell'aria quello della marmellata per quasi 2 giorni! un paradiso!

    Terry: l'unica cosa negativa è che continuando a provare spesso le miei "cavie" devono sopportare di mangiarsela un'infinità di volte!!...ma sopportano...

    Barbara: grazie!!!! per te questo e altro...11 12 13....un bacione

    Lory: anch'io amo moltissimo la ricotta ma la cosa strana è che è piaciuta anche a chi non ha, per questo ingrediente, una grande passione!

    Pia: ma tu sei il mio angelo!!! Grazie, memorizzato subito il tuo suggerimento. un abbraccio

    RispondiElimina
  15. Cara Paola
    Sono Claudio il papà della torta " Antica Roma ".
    Mi sembra ovvio che non mi pronunci ne esprima opinioni sulla validità della tua ricetta, ma mi sento molto gratificato, e ti ringrazio, per aver cercato di rifare l'Antica Roma.
    Spero che verrai di nuovo a Roma e che, magari, mi farai assaggiare una fetta della
    " Tua " torta!
    Un abbraccio!
    Claudio Gargioli Chef e titolare di " Armando al Pantheon "

    RispondiElimina